Trasparenza: i miei mandati

La trasparenza è un elemento centrale della democrazia. Perciò rendo pubblici le mie relazioni d’interesse  e le mie entrate legate all’attività parlamentare e professionale. Ho consegnato le mie due carte d’accesso per palazzo federale a Laura Riget (mia collaboratrice personale e membro della Gioventù Socialista) e Jean-Félix Savary (Groupement Romand d’Etudes des Addictions Grea). La legge sul parlamento federale prevede che ogni deputato alle camere federali deve segnalare i suoi legami d’interesse (mandati in associazioni, società, fondazioni , organi istituzionali ecc.). Ciò non è però sufficiente. Per il buon funzionamento della nostra democrazia è necessario quindi rendere pubblici anche i redditi che sono conseguiti tramite l’assunzione di questi mandati, che per quanto mi riguarda rendo pubblici in questa sede. Nel 2015 ho versato 9700 franchi come finanziamento al PSS, PS-Ticino e gruppo della sinistra Lumino.

Nel 2016 il mio reddito lordo da attività politica ammontava a:

  • Consiglio Nazionale (compreso indennità per previdenza): lordi 98’236 .- franchi, di cui 10’152.- franchi di indennità di previdenza (imponibile 92’245.- franchi). 

Retribuzioni e rimborso spese da mandati:

  • Associazione svizzera inquilini  (presidente fino al novembre 2016, in seguito vicepresidente): 3200.- franchi lordi
  • PSS  (vicepresidente): 5000.- franchi
  • Coordinazione nazionale dipendenze (presidente): 4000.- franchi

Tutti gli altri mandati (AMCA, Fondazione Amici di AMCA, Fondazione Casa Astra, Iniziativa delle Alpi, VPOD, Associazione Solidarietà con la Grecia Associazione Solidarietà con la Grecia e fondazione per il bambino ammalato) non sono retribuiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *