Da Berna

Dal 2019 siedo in Consiglio agli Stati, dopo 12 anni passati in Consiglio nazionale, portando avanti varie proposte e contribuendo all’elaborazione di importanti progetti. Scopri di più sulla mia attività a Berna in questa sezione – buona lettura! 

Quali temi mi stanno particolarmente a cuore?

Le tematiche che mi stanno particolarmente a cuore: le assicurazioni sociali di fronte alla povertà crescente, all’emarginazione, a un lavoro sempre più precario; il sistema sanitario svizzero, di alta qualità, certo, ma anche sempre più a due velocità; il diritto all’alloggio come spazio di vita; i gravi problemi ambientali, che chiedono interventi puntuali, globali, ma anche locali; un ripensamento del nostro sistema economico che sappia coniugare qualità di vita e sviluppo.

Mandati

Essendo le commissioni agli Stati le stesse che al Nazionale ma con un numero di deputati molto inferiore, ogni Consigliere agli Stati è membro di diverse commissioni. Ecco qui le mie:

  • Sono membro della commissione della sicurezza sociale e della sanità, di cui facevo già parte al Nazionale. Potrò quindi continuare a portare avanti proposte per diminuire i premi di cassa malati e rafforzare l’AVS.
  • Come membro della commissione della scienza, educazione e cultura metterò l’accento sul plurilinguismo e l’italianità. Questa commissione si occuperà anche della questione di genere.
  • La mia terza commissione è invece quella delle finanze: è importante far sì che i mezzi finanziari siano usati per affrontare le vere priorità politiche: l’emergenza climatica, le pensioni e la mobilità solo per citarne alcune.

Dal 2008 sono anche vicepresidente del Partito Socialista Svizzero.

Trasparenza

La trasparenza è un elemento centrale della democrazia. Perciò rendo pubbliche le mie relazioni d’interesse  e le mie entrate legate all’attività parlamentare e professionale. La legge sul parlamento federale prevede che ogni deputato alle Camere federali deve segnalare i suoi legami d’interesse (mandati in associazioni, società, fondazioni , organi istituzionali ecc.). Ciò non è però sufficiente. Per il buon funzionamento della nostra democrazia è necessario quindi rendere pubblici anche i redditi che sono conseguiti tramite l’assunzione di questi mandati, che per quanto mi riguarda rendo pubblici in questa sede. Nel 2018 (non ho ancora i dati del 2019) ho versato 10’000 franchi come finanziamento alla frazione PSS alle camere federali, PS-Ticino e gruppo della sinistra Lumino.

Nel 2018 (non ho ancora i dati complessivi del 2019) il mio reddito lordo da attività politica ammontava a:

  • Consiglio Nazionale (compreso indennità per previdenza): lordi 81’789 .- franchi, di cui 10’152.- franchi di indennità di previdenza (imponibile 76’823.- franchi). 

Tutti i miei mandati extraparlamentari (Associazione Svizzera Inquilini, AMCA, Fondazione Amici di AMCA, Fondazione Casa Astra, Iniziativa delle Alpi, VPOD, Fondazione Johanna Spyri, Associazione Cancro Infantile, FAIRMED, Consiglio di biblioteca Bibliomedia Svizzera Italiana) non sono retribuiti. Faccio inoltre parte dei seguenti gruppi interparlamentari che non sono retribuiti: 

  • Salute globale, Presidente
  • Medicina giovanile e infantile, Copresidente
  • Intergruppo parlamentare italianità, membro
  • Netzwerk Future, membro

Ulteriori informazioni