No al Decreto federale concernente l’acquisto di nuovi aerei da combattimento

I nuovi aerei da combattimento costeranno 6 miliardi di franchi – considerando l’intero periodo d’uso la spesa a carico della popolazione svizzera ammonta addirittura a 24 miliardi di franchi. Si tratta di un irresponsabile utilizzo di soldi pubblici in previsione di un’irrealistica guerra aerea in Europa.

L’enorme somma potrebbe invece essere impiegata per ridurre i premi dell’assicurazione malattia, per sostenere l’AVS o per proteggere il clima: si tratta di problemi reali e quotidiani per molte svizzere e molti svizzeri.

Dal profilo ambientale, i nuovi aerei da combattimento sarebbero meno ecologici di qualsiasi altro velivolo che circola nel nostro spazio aereo. Di fronte all’urgenza e alla gravità dei cambiamenti climatici, l’acquisto dei nuovi aerei da combattimento sembra essere una decisione quanto meno discutibile.

Chiaramente, non si tratta di negare la necessità di garantire anche in futuro i compiti della polizia aerea. Esistono però delle alternative agli aerei scelti dal Consiglio federale che sono meno costose, meno dannose per l’ambiente e meno rumorose.

Trovi qui ulteriori informazioni.