Si all’iniziativa popolare «Per il divieto di finanziare i produttori di materiale bellico»

Ufficialmente la neutralità della Svizzera è stata sancita nel 1815. Ogni anno però miliardi di franchi svizzeri affluiscono nella produzione di armi. Quest’ultime sono utilizzate in guerre lontane da noi geograficamente ma che portano conseguenze fino nel nostro Paese. Vogliamo combattere le cause della migrazione, rendere il mondo più sicuro e pacifico? Smettiamo di finanziare la causa del malessere, dell’uccisione e dello spostamento forzato di milioni di persone. Investiamo invece i miliardi di franchi svizzeri nelle energie sostenibili e nella protezione del clima! Solo in questo modo potremo assicurare a tutte e a tutti un futuro di pace e serenità.

Trovi qui maggiori informazioni.